Mi scuso, come si può notare alcune foto hanno una doppia firma.
Il motivo è perché prima ero su
altro dominio e con un altro nome.

mercoledì 20 dicembre 2017

TORRONE IN COPPA ( DAIANA MOLINERIS)


Questa ricetta la fece nel 2009 Daiana quando era nella mia vecchia piattaforma. Ho cercato di mettere il suo blog ma anche lei ha cambiato la piattaforma e non riesco più a trovarlo. Metto quello vecchio SEMIFREDDO AL TORRONE CON CIALDINE MORBIDE. Io ho omesso la parte dove c’è la ricetta delle cialdine.
P.S. Daiana,  se vedi questa ricetta meravigliosa che hai preparato, ti prego di farmi sapere dove l’hai postata nel tuo nuovo blog così inserisco.



INGREDIENTI PER LA CREMA:
½  l di latte,
140 gr di zucchero,
5 tuorli d'uovo,
60 gr di farina,
500 gr di torrone duro con nocciole,

200 ml di panna fresca,
1 bacca di vaniglia,
1 pizzico di sale.

PROCEDIMENTO PER LA CREMA:
Bollite il latte in una casseruola antiaderente,la metà dello zucchero,la vaniglia e il pizzico di sale.
Nel frattempo in una terrina sbattete molto bene i tuorli con il rimanente zucchero;
poi unite la farina setacciata e mescolate il tutto.
Aggiungete questo composto al latte bollente e mescolate finché la crema non si addenserà.
Lasciate freddare e aggiungete il torrone tritato prima grossolanamente al coltello, poi passato finemente al mixer;
mescolate e unite infine la panna montata.
Amalgamate bene il tutto e tenete da parte.

INGREDIENTI PER LA COMPOSIZIONE E FINITURA:
200 gr di crema al torrone,
100 gr torrone duro con nocciole,
cacao amaro in polvere.

PROCEDIMENTO PER LA COMPOSIZIONE E FINITURA:
Tagliate per prima al coltello il torrone, poi frullatelo finemente nel mixer fino a ridurlo in polvere.
Versatene un po' sul fondo del bicchiere, poi aggiungete uno strato abbondante di crema e alternate così fino all'orlo.
Con due strisce di carta coprite i due lati del bicchiere e spolverate il centro con del cacao.
Servite freddo e buon appetito!!!




Nessun commento:

Posta un commento

"Si dice che l’appetito vien mangiando, in realtà viene a star digiuni!" (Totò)